Ricerca personalizzata

domenica 25 febbraio 2007

Edward Estlin Cummings

" Prendo il tuo cuore con me (lo porto
nel mio) mai me ne divido (dove
io vado, mia amata, tu vieni, e ciò che
è fatto da me, tu lo fai)

io temo
non il fato (perchè il mio fato sei tu, dolce)
io voglio
non il mondo (perchè il mio universo sei tu, mia fede)
e quel che la luna ha mai significato
e la musica che il sole sempre canta, sei tu.
Ecco il segreto più profondo che nessuno sa
(radice delle radici germoglio dei germogli
e cielo dei cieli di un albero chiamato vita che cresce
più alto di quanto l'anima possa sperare,
più alto di quanto la mente possa celare)
e questo è il miracolo che tiene le stelle lontane

prendo il tuo cuore (lo porto nel mio)."


Ho scoperto questa poesia grazie ad un libro stupendo " A letto con Maggie"

3 commenti:

Anonimo ha detto...

C'è chi fa orrori di ortografia anche quando pensa, diceva il sagggio. Con 3 g perchè era molto saggio.
Io penso che sia molto toCCCante.
Ciao

paesebalocchi ha detto...

Bellissima la poesia e bello il libro...anche il film è bellissimo (In her Shoes Se fossi in lei). Tagli via anche un po' della parte più noiosa del libro. Strano che io dica ciò perchè di solito i film tratti da libri mi deludono sempre.

Supernova ha detto...

Io invece ho scoperto il tuo blog cercando il testo di questa poesia meravigliosa dopo averla sentita nel film "In her shoes".
Il tuo blog rispecchia la bellezza di questa poesia.
Grazie