Ricerca personalizzata

sabato 21 novembre 2009

Ho imparato a sognare

Ho imparato a sognare,
che non ero bambino
che non ero neanche un' età
Quando un giorno di scuola
mi durava una vita
e il mio mondo finiva un po là
Tra quel prete palloso
che ci dava da fare e il pallone
che andava come fosse a motore
C'era chi era incapace a sognare
e chi sognava già
Ho imparato a sognare
e ho iniziato a sperare
che chi c'ha avere avrà
ho imparato a sognare
quando un sogno è un cannone,
che se sogni ne ammazzi metà
Quando inizi a capire
che sei solo e in mutande
quando inizi a capire
che tutto è più grande
C' era chi era incapace a sognare
e chi sognava già
Tra una botta che prendo
e una botta che dò
tra un amico che perdo
e un amico che avrò
che se cado una volta
una volta cadrò
e da terra,
da lì m'alzerò
C'è che ormai
che ho imparato a sognare
non smetterò
Ho imparato a sognare,
quando inizi a scoprire
che ogni sogno ti porta più in là
cavalcando aquiloni,
oltre muri e confini
ho imparato a sognare da là
Quando tutte le scuse,
per giocare son buone
quando tutta la vita è una bella canzone
C'era chi era incapace a sognare
e chi sognava già
Tra una botta che prendo
e una botta che dò
tra un amico che perdo
e un amico che avrò
che se cado una volta
una volta cadrò
e da terra, da lì m'alzerò
C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

lunedì 20 luglio 2009

?

Sabato ho fatto acquisti. Era da più di un'anno che non ne facevo, almeno non per me!
Questa mattina mi sono alzata e mi sono passata la piastra nei capelli, ho preso una collana ed un anello e li ho indossati. Significherà qualcosa? Non lo so, ma oggi sto bene.

mercoledì 15 luglio 2009

Sono stata pesata...

Oggi sono andata a quella che pensavo fosse l'ultima visita di controllo dallo psichiatra. Oggi avrei dovuto cominciare a pensare di smettere un po' alla volta con l'antidepressivo. Oggi avevo paura di questo, avevo paura di ritornare come prima. Poi lo schiaffo: non sono ancora pronta mi dice e ha ragione. Mi è venuta in mente questa frase che mi calza a pennello:


"Sei stato pesato,
sei stato misurato
e sei stato trovato mancante."


domenica 12 luglio 2009

Betty Bettina


Ecco la Betty Bettina: che delusione! A mio marito sta proprio bene! Tiè! Per chi come me ascolta la mattina su 105 Tutto Esaurito, sa a cosa mi sto riferendo... A colazioneeeeee!!!

sabato 27 giugno 2009

Il senso della vita.

Come una cosa felice che cada
E silenziosa come la neve
Dal cielo immenso a una piccola strada
Non si è trattato di un viaggio breve
All'improvviso sono caduta
Aprendo gli occhi a mia insaputa
C'era nell'aria l'eco di un canto
Nessun giudizio nessun rimpianto
Come una cosa felice che cada
Senza per questo sentirsi offesa
E senza chiedersi mai dove vada
O dove porti la sua discesa
Senza un motivo sono caduta
Goccia su goccia precipitata
Ed arrivata in fondo al mare
Ho cominciato cosi a scavare
Fino ad avere la testa vuota
II cuore gonfio e l'anima ignota
Fino a sentire
Sotto le dita
Il senso della vita
Come una cosa felice che cada
Un filo d'erba da un'altalena
Che ricoperta da quella rugiada
Sembra che scriva un suo poema
Solo una frase due righe appena
Ma il suo mistero già m'incatena
Nella natura non c'è progresso
il tempo passa ma è sempre adesso
Adesso sento per tutto il mondo
La gratitudine e un bene profondo
Adesso sento Sotto le dita
Il senso della vita
Stupendamente come si sente
Il pianto acuto di un neonato
Che ci sveglia la notte
Anzi ci ha già svegliato
Ci ha già svegliato
Il senso della vita.

martedì 9 giugno 2009

martedì 21 aprile 2009

E venne il giorno.

Ieri è stato il giorno, quel giorno. Ieri alle 16:30 conoscevo per la prima volta uno psichiatra. Non me lo immaginavo a dire il vero così, tantomeno immaginavo fosse pieno di tic! Al primo occhiolino ci sono stata male, al secondo ho cominciato a capire, dal terzo in poi volevo ridere. E' stato eterno, lo giuro. Alla domanda "Ha mai pensato o tentato di suicidarsi?" volevo scappare, poi ho cominciato a capire che non era un nemico, ma qualcuno che forse può aiutarmi. Il mio problema è che fino ad ora ho sempre faticato a chiedere aiuto, figuriamoci uno come questo. Non so cosa ho provato e che cosa provo. Forse rabbia, paura, risentimento. Ancora non riesco a considerare il mio stato una malattia, del tipo ho male alla gamba e vado dall'ortopedico. Secondo me non è una malattia, è solo uno stato d'animo. In ogni caso ho deciso di seguire i suoi consigli e da domani comincerò la terapia con dei farmaci (antidepressivi e ansiolitici che culo!). Una cosa che mi ha fatto troppo ridere (e soprattutto capire quanto io sia idiota) è stato quando mi ha detto "Elena, mi raccomando, il mio numero ce l'ha, non esiti a contattarmi, sia se sta bene, e soprattutto se sta male, a qualunque ora del giorno e della notte" Mi sono sentita un po' come i personaggi di un film americano...
Dio ci aiuti.

domenica 19 aprile 2009

Pet Society - Cippi's Home

Ecco la casetta della mia piccola e adorata Cippi:
Il Cortile


L'Entrata

La Cucina


La camera da letto


Il bagno

La sala lettura


La sala Zen


La sala da Pranzo


Lo Studio




mercoledì 15 aprile 2009

Citazione.

"Due strade trovai nel bosco
e io scelsi quella meno battuta,
ed è per questo che sono diverso"
Frost.

venerdì 10 aprile 2009

Milano arrivo!!!



Anche se la mia momentanea visione catastrofica della vita fa si che io sia agitata per il viaggio... Milano mia aspettami, tieni tutto pronto, stupiscimi di nuovo: sto arrivando!!!

giovedì 9 aprile 2009

Nessun titolo, non ancora almeno.



E' un periodo molto strano per me, è da mesi che non mi riconosco più. Oggi l'analisi è stata davvero dura, pesante. Sono venute fuori cose molto brutte. L'analista dice di non riconoscermi più, dice che le piaceva definirmi "colorata", sì con dei problemi non indifferenti, ma sempre con una speranza... Oggi mi ha detto di essere preoccupata, i miei colori si sono spenti da troppo tempo oramai, il modo che ho ora di vedere la vita, il pensiero della morte che mi accompagna sempre... dice di non potercela più fare da sola. Quando ha accennato a supporti medici ho pensato parlasse di vitamine, ma quando mi ha dato il nome e il numero di uno psichiatra per potermi far prescrivere antidepressivi, mi sono sentita sprofondare ancora più verso il fondo. Provo un misto di amarezza, vergogna, impotenza. Non volevo dirlo a Flavio. Mi sono aperta con lui... mi vergogno ancora di guardarlo negli occhi.

domenica 5 aprile 2009

Finito.



Ringraziando il cielo, marzo è finito. Lo odio, è un mese strano: la festa del papà, anniversari, brutti ricordi, cambio di stagione, cambio delle ore... eppure ogni anno arriva, mi devasta e quatto quatto se ne va. Quest'anno ancora più del solito.

Meno male, siamo in apile.

giovedì 2 aprile 2009

Addio caro il nostro "Mini"


















Questo è il risultato d 4 giorni di pioggia, di una pessima amministrazione provinciale e di una ancor più pessima amministrazione comunale. Il Mini non c'è più. Insieme al dolore dei "giovani" c'è quello di noi vecchietti che, ormai con famiglia, non lo frequentavamo più come un tempo, ma che ci abbiamo passato intere giornate e abbiamo contribuito anche noi a farlo diventare il Mini di oggi... Mi spiace da morire per Sandro, Fabry, Ivana, Alfio e Bruna... chissà se i gatti si sono salvati. Il Mini non c'è più, ce ne sarà sicuramente uno nuovo, più bello magari, ma l'acqua si è portata via i nostri ricordi, un gran pezzo della nostra vita.






martedì 31 marzo 2009

Oggi Marco...


Oggi Marcolino ha cominciato a battere le manine!!! Fino ad ora lo faceva male ed un po' per caso... sarà che è da venerdì che sono a casa. Mutua finita anche se non sto bene... mi mancherà da morire il tempo passato con lui e tutti i progressi che ha fatto. Se poi penso che dal mese prossimo lavorerò a tempo pieno...

domenica 29 marzo 2009

Oggi Marco...


Oggi ho festeggiato il complemese di Marco facendogli fare una caduta rovinosa... la cosa bella è però che CAMMINA!!!

martedì 24 marzo 2009

Ciao Stefano...

Ciao Stefano,
come ogni giorno ti ho pensato... oggi come ben sai, più del solito, oggi è Quel giorno. Ancora però non riesco a parlarne. Forse non sei così lontano come credo. Forse è un'illusione, ma a me piace pensare che il mio angelo custode sia tu. Mi manchi da morire.

domenica 22 marzo 2009

Oggi Marco...


E' spuntato il primo dentinoooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

domenica 15 marzo 2009

Oggi Marco...



Oggi Marco dopo un po' di "pratica", alla risposta "Marco tifa Inter?" lui fa no con la testa... Meraviglioso!

martedì 10 marzo 2009

Dialoghi in casa Bertaina.

- 'mò, ma stasera non vai a giocare a calcetto?
- no no stasera no!
- ma che bello! E come mai?
- c'è la juve
- ah beh allora...



Oggi Marco...



Oggi per Marco è stata una giornata importante: si è fatto tagliare i capelli!!! Siamo andati da Alberto (il parrucchiere esperto) e, dopo una mezz'ora abbondant di attesa, ci siamo seduti sulla sedia e... Marcolino è stato bravissimo!!! Non si è lamentato ed è stato fermo... Ho un bimbo meraviglioso!!!

mercoledì 25 febbraio 2009

Oggi.

Oggi è uno di quei giorni. E' da un po' che avverto sensazioni strane: mi sembra di vivere la vita di un'altro. Mi sembra di essere spettatrice della mia vita. Vado avanti per inerzia, senza fare nulla. Oggi è il tipico giorno di cacca, il giorno in cui porto le lacrime in tasca. Non so nemmeno spiegare come mi sento. Non so se sto vivendo la vita che vorrei, ma non me ne so immaginare una differente. Oggi è uno di quei giorni in cui provo fatica anche solo a respirare, è uno di quei giorni in cui chiedo a Dio di poter rimanere al buio da sola... ma anche in questo caso Dio non esiste e mi tocca prendere dal comodino la maschera del buon umore, alzarmi e vivere. Mi sfugge il senso della vita oggi. Mi sento così patetica, ma in fondo non me ne frega un cazzo. Sono così idiota da non riuscire nemmeno a spiegarmi come mi sento... Vorrei solo uscirne... vorrei poter non vivere giorni così, vorre poter andare in letargo per qualche tempo...
Ora rimetto la maschera ed esco...

giovedì 19 febbraio 2009

...

Oggi dopo un paio di manovre, decido di lasciar perdere perchè in quel parcheggio non sarei mai e poi mai entrata. "Troppo stretto" ho detto tra me e me. Mentre facevo il giro dell'isolato e pensavo a come avrei parcheggiato facilmente se avessi avuto ancora la mia vecchia Eleonore, noto che il posto era occupato dalla motrice di un tir... Spero nessuno abbia assistito alla scena...

martedì 17 febbraio 2009

Che leggerezza!



Oggi ho ricominciato l'analisi. Dio come mi sono sentita leggera uscendo da lì! Sciocca io a non ricominciare prima. Mi sono sentita per tutto il resto della giornata un po' "Lady". Peccato che la sensazione sia svanita quasi totalmente una volta rientrata a casa, ma non mi lamento!


lunedì 16 febbraio 2009

...

Ho bruciato il minestrone di Marcolino, ho rischiato di mandare a fuoco tutta la casa... meno male che non mi sono addormantata!!! Che mangia domani? Pasta asciutta. Sono un'idiota.

giovedì 12 febbraio 2009

La figliola prodiga.

Chi ha toccato il fondo almeno una volta nella vita, sa di cosa sto parlando, perchè io il fondo l'ho toccato davvero e, non ho fatto toccata e fuga, ma ci sono rimasta per davvero parecchio tempo. Poche persone conoscono i miei gesti ed i miei pensieri appartenenti a quel periodo. In questo ultimo anno ho avuto periodi davvero positivi alternati ad altri estremamente negativi in cui mi capitava di sfarfallare e di pensare a cose irripetibili.
Oggi ho compiuto il grande passo, ho richiamato l'analista e martedì prossimo ricomincerò il mio viaggio. Ho paura. Chi sa di cosa sto realmente parlando mi sta capendo, gli altri possono supporre o giudicare, ma se non ci passi, non capirai mai.
Ho paura di ricominciare il viaggio, di rimettermi in discussione, di farmi a volte giudicare da lei... ma è una cosa che andava fatta...
Ho tempo fino a martedì per preparare la "valigia"
In bocca al lupo a me...

domenica 8 febbraio 2009

Oggi Marco...


Oggi Marco è stato al carnevale... era vestito da Sulley di Monster & Co. A dire il vero gli mancavano corna e coda... ma era comunque stupendo!!! Pensavo che avesse paura di tutto l'ambaradan, invece è stato tutto il tempo in braccio a me e si guardava carri e maschere felice!

lunedì 2 febbraio 2009

Essere volontari Airc...

Sveglia alle 4:30 di Sabato 31 Gennaio. Ore 6:00 appuntamento per scaricare dal camion le arance. Un freddo della madonna. A sera avrò ancora le punte dei piedi gelati. Mia sorella mi chiede: "Ma chi te lo fa fare?"
Non lo so chi me lo fa fare. Io non penso di fare chissà che, vendo due arance e due azalee per un paio di volte l'anno... Tireremo su si e no 3000 euro, eppure sono fiera e continuo a farlo, non è una grossa cifra, ma siamo in tanti...
Forse lo faccio perchè mio padre è morto di cancro? Forse lo faccio per dovere civico? Forse lo faccio per vantarmi con gli amici? Forse lo faccio perchè è una cosa che va fatta?
Sapete qual'è la cosa più bella che ho visto sabato??? Una signora che acquistando 2 confezioni di arance cerca di convincere l'amica a fare lo stesso e dice "Rossella su dai! Compra una confezione di arance e lascia 10 euro, non 8... e soprattutto, ringrazia questi ragazzi per ciò che stanno facendo. Potrebbero essere al caldo a casa loro e sono qua per una causa più che meritevole. Complimenti e soprattutto grazie ragazzi!"
Forse lo faccio anche per gente come questa!!!
Sotto Flavio ed io già quasi congelati, ma felici!!! Grazie a Gian Maria per averci chiamati e per averci fatto ridere e divertire come dei pazzi!!!







venerdì 30 gennaio 2009

Non so che dire...

Oggi ricevo una telefonata: il papà di Sara è morto. Cazzo dico io, ma stava bene no? La chiamo per sapere se è una bufala. Il sig. Attilio questa mattina si reca in ospedale per fare una tac. Gli iniettano il liquido per il contrasto, si sente male e muore. Sì, muore lì sul lettino della tac. Hanno scoperto che è allergico a quel liquido. Io non so se Dio esiste, ma se si, ha uno strano senso dell'ironia. Da oggi però due persone guarderanno con gli occhi del Sig. Attilio.

giovedì 29 gennaio 2009

Le arance della salute



Cosa puoi fare con 8 euro?
Il 31 gennaio, moltissimo.

Perché con questo piccolo contributo potrai dare un aiuto concreto alla ricerca sul cancro e ricevere tre chili di Arance Rosse di Sicilia.
Sabato 31 gennaio in oltre 2.000 piazze italiane, i volontari AIRC ti aspettano con le Arance della Salute.
Le Arance della Salute sono solo quelle con il marchio IGP distribuite dai nostri volontari.
Con le arance riceverai in omaggio un numero speciale del periodico Fondamentale dal titolo "La prevenzione in cucina", con tante indicazioni su uno stile di vita sano e una dieta varia e 10 ricette realizzate per AIRC da “La Cucina Italiana”, per preparare un gustoso e salutare menù anti-cancro.
Flavio ed io dalle ore 6 saremo a Saluzzo, in Corso Italia... Speriamo che non faccia freddissimo!!!

mercoledì 28 gennaio 2009

Fumetti, che passione!

Oltre ai libri, adoro leggere i fumetti. Dylan Dog, Julia, Topolino e Witch non li ho mai lasciati, ma era da un pezzo che non compravo più un fumetto giapponese. In questo ultimo periodo ho acquistato quattro n.1: alcuni degni di nota, altri per me, molto deludenti.


di Ai Morinaga. La storia parla di uno studente liceale, Akira Uehara, riservato e sensibile di natura. Nonostante ciò, è innamorato della persona più violenta della scuola, Nanako Momoi, una ragazza fragile e carina fino a quando non apre la bocca.
Un giorno Momoi si assenta da scuola per un motivo sconosciuto, e Uehara si offre di portarle a casa i compiti di scuola. Una volta arrivato a casa, la trova aperta ed apparentemente vuota. Decide quindi di entrare e, trovato un passaggio segreto, arriba nel laboratorio dello scienziato pazzo nonno di Momoi, che usa sua nipote come cavia per la sua nuova invenzione. Mentre sta per salvarla la situazione si rovescia, in quanto il nonno di Momoi preme accidentalmente la leva che attiva il macchinario nella stanza col risultato che Momoi e Uehara si ritrovano con i corpi scambiati.
I disegni mi sono piaciuti (io non sono un'intenditrice, per carità), la storia sembrerebbe carina, nuova, diversa... poi l'ho letto e ammetto di averla trovata davvero una cagata... mi lascia anche perplessa la figura del Nonno che mi da l'idea del vecchiaccio maiale... non ho acquistato il numero 2.


di Mari Okazaki. Ambientato a Maruyama-cho, il quartiere dei love hotel, nel cuore di Shibuya, complessivamente è la storia di quattro ragazze alla ricerca dell'amore.I quattro personaggi sono quindi piazzati in un luogo assai particolare, in cerca di amore in un quartiere pieno di love hotel: è un po' un controsenso.Ma il tutto serve ad analizzare sia il fenomeno dei love hotel, rifugio degli innamorati e degli amanti clandestini e della prostituzione, che i personaggi.
Sono rimasta delusa dai disegni e dal contenuto... non ho acquistato il numero 2.


Di Yoko Maki. E’ la storia di una studentessa del liceo, Hikaru, che decide di lasciarsi alle spalle i momenti tristi della sua esistenza per cercare una nuova strada per la felicità. Ammetto di aver trovato un po’ di difficoltà nelle prime pagine perché secondo me le scene si svolgevano troppo in fretta, ma i disegni sono molto belli e mi sono piaciuti molto gli abiti dei personaggi… come trama non è niente di nuovo, ma acquisterò il secondo volume… peccato ce ne siano solo due!




di Kanno Aya. E' la bizzarra storia di un ragazzo, Asuka, e del suo segreto: a discapito del suo aspetto virile e mascolino, a lui in realtà piacerebbe fare cose "da ragazza", come cucire o cucinare. Il suo sogno è vivere una storia d'amore ideale come quelle degli shoujo manga, ma invece si troverà ad affrontare una storia d'amore "reale" non appena conoscerà una ragazza di nome Ryo...
Mi piacciono i disegni, anche se a volte fatico a stare dietro alla storia perché si incasinano un pochino, mi é piaciuta molto anche la trama. Meno male che è composto da 5 volumi... avevo paura che fosse eterno come Peach Girl o peggio ancora come Hanayori Dango...


... sono davvero tanto tanto stanca...

Senza titolo

Ho il dente avvelenato questa sera. Ho detto cose brutte che pensavo... e non me ne pento assolutamente. Che effetto hanno avuto? Il solito: nessun effetto... continuo ad essere aria, continuo ad essere evanescente...

lunedì 26 gennaio 2009

...

... tra l'altro ho finito il Listerine e mi manca...



Addio mie adorate Marlboro Lights...

Ho cominciato a fumare a 17 anni ed è stato amore a prima vista: sono stata davvero una sciocca. Il giorno che ho saputo di essere in cinta, mi ha turbato prima di tutto il fatto che avrei dovuto smettere: una vera impresa, visto che arrivavo a fumarne circa 30 al giorno in media. Dietro consiglio del medico non ho smesso di colpo, perchè il fumo faceva meno male del nervoso e dell'astinenza... poi il 26 dicembre 2007 ho deciso di smettere, questo fino a quando a giugno c.a. una mia cara "amica" non ha insistito per farmene fumare una... ed io da smidollata ho ricominciato un po' alla volta... stava diventando nuovamente un vizio. Poi Marco si è ammalato ed ho dovuto portarlo dalla pediatra... era solo la sesta malattia... ma mi sono sentita morire quando mi ha mandata in neuropsichiatria infantile... Il mio Marcolino ha la testa grande (97 percentile) questo è ovvio, ma secondo la dottoressa, poteva trattarsi di una specie di idrocefalia... ho passato veramente 15 giorni di inferno puro... Se era esatto ciò che sospettava, avrebbero dovuto poi sedare Marco per fargli una risonanza magnetica alla testolina e dopo dio solo sa che cosa. Visto di cosa è morto mio padre sono andata in panico, ogni volta che lo guardavo, mi scendevano i lacrimoni. Marco però è sano, non ha nulla... per questo ho fatto voto di non portare mai più una sigaretta alla bocca... Addio mie adorate Marlboro Light...






venerdì 23 gennaio 2009

Piccole soddisfazioni quotidiane.

Marco è da qualche settimana che con il braccino a modo suo dice ciao. Questa mattina mentre lo salutavo per andare al lavoro era in braccio a mia suocera che gli diceva "Dai Marco su, fai ciao alla mamma". Sapete che ha fatto il mio ometto? Mi è venuto in braccio, ha guardato la nonna e le ha fatto ciao. Che bello quando la giornata comincia così bene!!!

giovedì 22 gennaio 2009

Ode alla mia piccola e dolce Eleonore





La mia piccola e cara Eleonore è stata data via. La mia Clio, la prima auto MIA... mi mancherà da morire. Nonostante solo 6 anni di onorato servizio e 150.000 km, ho dovuto venderla per prendere una Scenic (battezzata come Eleonore the 2th) perchè con l'arrivo del piccolo Marco era troppo piccola... Ricordo tutta la strada fatta con lei, ricordo che nel periodo del trasferimento, quando ci facevamo 120 km al giorno, non mi ha mai lasciata a piedi, non ha mai dato segno di stanchezza o spossatezza. Il meccanico quando ha parlato di lei ha detto "Averne di auto come la tua Eleonore!"

Eleonore mia perdonami, non ho potuto fare diversamente, ma sarai sempre, e sottolineo sempre, nel mio cuore.


martedì 20 gennaio 2009

Tirate fuori i soldi!

Lunedì 19 gennaio 2009 ore 17: comincia a nevicare.
Martedì 20 gennaio 2009 ore 7:40: cerco di prendere l'auto per andare al lavoro. IMPOSSIBILE guidare. Le strade sono piste da sci fondo. Nevica da 14 ore e sulla strada provinciale non è passato nè uno spartineve e nè uno spargisale. DOVE SONO FINITI? E' normale che uno debba rischiare l'osso del collo per l'inettitudine delle giunte provinciali e comunali? Il comune di Cuneo dichara che "non toglierà i cumuli di neve perchè costerebbe troppo e non hanno i fondi" si però non ci sono cumuli sui pargheggi a pagamento. Scherziamo??? Cazzo sono a Cuneo, non a Catania dove non vengono stanziati fondi per delle nevicate simili!!! Sig. Costa, presidente della Provincia di Cuneo (tra l'altro da me votato) facci vedere che non è vero che le Province non servono ad un cazzo... pulisci ste caspita di strade!!! TIRATE FUORI I SOLDI e VERGOGNATEVI!!! Quasi 2 ore e parecchi spaventiper percorrere 18 km!!! Sono incazzata da fare schifo.

domenica 11 gennaio 2009

Avrei voluto...


Sono molto molto arrabbiata. Non vorrei scrivere in queste condizioni perchè poi me ne pentirò sicuramente, ma nn ce la faccio. Devo dire che da quando so per certo che il blog è letto da persone del mio "paese" fatico un pochino, ma se non mi sfogo, scoppio. Ho sposato un'idiota. Un idiota per di più anche egoista e stronzo. Come ho potuto? La semi infermità mentale per innamoramento può portare all'annullamento di un matrimonio? Come sono arrivata ad affermare una cosa simile? Troppo lungo da raccontare... troppe cose messe insieme negli ultimi 10 anni. Ci sono sempre passata sopra, anche al fatto che, oltre al mio compleanno, lo stronzo mi abbia anche rovinato la fine dell'anno... ma quando si parla dell'incolumità di Marcolino, non ci vedo più. Gli si è rovesciata una sedia addosso... mi ha risposto di non esagerare, che non poteva mica ammazzarsi con una sedia sulla testa!!! Ho preso quella sedia e, nonostante avessi voluto mostrargli come, scaraventata in testa, avrebbe fatto parecchio male, gli ho dato dimostrazione di come possa essere lanciata su una gamba. Un gesto dettato dall'ira, me ne rendo conto, ma lo rifarei eccome. E' giusta la frase che dice " Non basta avere un figlio per essere padre". Flavio ne è la prova vivente. La cosa che poi più mi fa incazzare è che non è che ti dice "Cazzo Elena, ho fatto una cazzata!", lui dice " Eh vabbè, dai! Mi sono distratto 5 minuti, non è che a te non capita mai no? Sei sempre la solita! Non è successo niente, sempre esagerata! Dovrà pur no imparare?".

Cambio argomento. E' da stamattina che ho il magone. Domattina ricomincio a lavorare tutti i giorni. Avrei voluto stare ancora a casa, avrei voluto poter ricominciare più tardi, ma non me lo sono potuta permettere: ho bisogno del posto di lavoro, soprattutto vicino a casa, non a centinaia di km. A dire il vero ho ricominciato a lavorare il primo di settembre, ma solo per 3 giorni a settimana. Avrei voluto essere io ad insegnare a Marco a dire "mamma", avrei voluto essere io la prima persona a cui lo avrebbe detto ( mi sa che mi sono incasinata con i verbi... che idiota!), avrei voluto vederlo camminare io per prima... avrei voluto tante cose... poi dicono dei diritti che hanno le donne! Che ridere! Io ho lavorato fino al 26 aprile (il 28 sono stata ricoverata ed il 29 ho partorito), ad agosto andavo già ogni tanto per portarmi avanti con il lavoro... Che lavoro di cacca... Sono proprio di pessimo umore... uff... Speriamo domani ci sia il sole...

domenica 4 gennaio 2009

Cosa ha fatto di buono il Fascismo?


Ecco qua alcune delle cose che Mussolini ha fatto... a chi gliene venissero in mente altre...


ACQUA: per tutta la vita cercò acqua potabile e creò molti acquedotti
ANALFABETISMO: eravamo i primi in Europa e diventammo gli ultimi nell’analfabetismo
AGRICOLTURA: bonificò milioni di ettari di terreno, rendendoli da incolti, fertilissimi
ANIMALI: puniva chi li maltrattava
ARCHEOLOGIA: la sviluppò in tutti i suoi rami
ARCHIVI: nel 1923 istituì gli Archivi StataliASFALTO: fu il primo ad averlo utilizzato
ASSEMBLEA: amava le assemblee con gli stranieri, fondò la FAO
ASSISTENZA: creò l’opera per la Maternità e per l’Infanzia per l’assistenza di tutti: piccoli e grandi
ATEISMO: fu il primo che fece sentire il nome di Dio e della Chiesa in Parlamento
ATLETICA: ci volle tutti atleti, fece iniziare la ginnastica dall’asilo fino alla maturità
AUTARCHIA: siamo stati i primi nel mondo a vivere alcuni mesi in perfetta autarchia
BIBLIOTECA: volle in tutti i paesi d’Italia la biblioteca a disposizione di tutti
BRIGANTAGGIO: la mafia e la camorra in Italia furono completamente eliminate
CALCIO: fece del gioco del Calcio il gioco nazionale, l’Italia vinse due titoli mondiali
CARBONE: fece scavare carbone in tutte le regioni d’Italia
CASA: forse la preoccupazione piu’ grande per il Duce fu la casa per tutti, costruì le case popolari per i poveri
CHIESE: ne costruì a migliaia
CINEMA: lo amava, fece costruire Cinecittà
CIRCEO: un borgo antico abbandonato che il Duce fece rinascere come Parco Nazionale
CITTADINE E COMUNI COSTRUITI DA MUSSOLINI IN 10 ANNI: Latina, Aprilia, Sabaudia, Pomezia, Guidonia, Ardea, Ostia Lido, Fregane, Palo, Ladispoli
CITTA’ GIARDINO: ogni città italiana possiede un giardino detto Mussoliniano
CONSORZI: fondò i consorzi agrari al servizio degli agricoltori
DESERTO: fece del deserto libico una zona ad altissima produzione agricola
DIGHE: ne fece costruire molte per raccogliere le acque
DITTATURA: quella del Duce non fu una dittatura, ma una Democrazia popolare
DOPOSCUOLA: fondò i doposcuola per completare la preparazione degli alunni
ENCICLOPEDIA: il Duce è l’autore della piu’ grande e piu’ completa enciclopedia del mondo (Opera Omnia)
ESPORTAZIONE: i nostri prodotti agro-industriali venivano esportati all’estero
ETIOPIA: l’impero coloniale sospirato dal Duce per il popolo
FERROVIE: moltiplicate
FINANZE: corpo istituito dal Duce, prima non era militarizzato
FORESTALE: altro Corpo istituito dal Duce
GIORNALE: creò 7 giornali
GUARDIE: fondò la milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale
ILLUMINAZIONE: al Duce piaceva la luce, illuminazioni in città e paesi
LIRA: aumentò il valore della lira
MILLE MIGLIA: creazione del Duce
MONZA: circuito ideato da Mussolini
PANE: per avere il pane per tutti vinse la battaglia del grano
PINO, PIOPPO, ABETE: piante predilette dal Duce che distribuiva in tuta Italia
PREVIDENZA SOCIALE: in ogni città sorse il Palazzo della Previdenza Sociale
RADIO: Mussolini amava la radio e il suo inventore aiutato da lui
REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA (R.S.I.): fu un bene operato dal duce per la salvezza della Patria
RICERCHE: fondò l’istituto delle Ricerche
ROMA: la passione del Duce, ne fece una metropoli (vedi le sue strade, le università, le accademie, i palazzi, i ministeri)
STRADE: le centuplicò
TREBBIATRICI: le comprò per i contadini
TUBERCOLOSI: era come la sifilide, inguaribile. Costituì il Forlanini per la sua cura
UNIVERSITA’: ha costruito innumerevoli università, anche la Città Universitaria a Roma
UTOPIA: il fascismo non fu utopia perché ha realizzato ogni cosa propostasi, fu utopia il comunismo che pensava di conquistare il mondo, ma ha fallito
VACCINAZIONE: ordinò la vaccinazione di tutti i bambini, anche i piu’ piccoli
VELA: divenne sport al tempo del Duce
VIGILI DEL FUOCO: istituiti dal Duce
VULCANO: propose fin da allora uno studio particolare per le eruzioni dei vulcani
ZOLFO: lo cercò in tutte le regioni.